Cosa sono?
Sono degli additivi, nello specifico dei conservanti.

Perché sono pericolosi?
Sono pericolosi perché nel nostro corpo si trasformano in delle sostanze, le nitrosammine, che sono cancerogene. Sono infatti inserite nella lista delle sostanze cancerogene della IARC nel gruppo 2a.

Perché vengono aggiunti agli alimenti?
Sono aggiunti principalmente con la funzione di eliminare il Clostridium botulinum in alimenti a rischio di svilupparlo.

In quali alimenti li ritroviamo?
Sono aggiunti in alimenti quali insaccati (salame, prosciutto, mortadella..), salsicce ed in alcuni formaggi fusi. Sono poi presenti naturalmente anche nella carne, in particolare quella rossa, e nelle verdure a foglia larga (spinaci, songino, bietole, cicoria..).

Come li riconosciamo?
Sono obbligatoriamente da indicare in etichetta. Possiamo trovare la dicitura “nitrito di potassio o di sodio”, “nitrato di potassio o di sodio” o, più spesso, i loro codici, che sono rispettivamente E249 – E250 – E251 – E252.

Come dobbiamo comportarci?
Il consiglio è innanzitutto quello di cercare in etichetta la presenza di questi additivi ed evitare di acquistare gli alimenti che li contengono. In linea generale è importante ridurre drasticamente il consumo di insaccati (consumandoli il meno possibile) e di ridurre il consumo di carne rossa a non più di 2 volte la settimana. Per quanto riguarda le verdure a foglia larga è buona abitudine eliminare le parti più vecchie ed i gambi, in quanto più ricchi in questi composti.

Annunci