I succhi di frutta sono spesso considerati come un sostituto della frutta fresca e per questo vengono sovente utilizzati a colazione o come merenda, in particolare se si tratta di succhi di frutta al 100%.

Frutta fresca e succhi di frutta non sono però due alimenti equivalenti: i benefici della frutta fresca non sono paragonabili a quelli dei succhi, neppure se questi sono al 100%.

Vediamo perché.

 

succhi1
I succhi di frutta non sono dei sostituti della frutta intera

 

La frutta intera, soprattutto se consumata, quando possibile, con la buccia, è un’importantissima fonte di acqua, sali minerali, vitamine e fibre. In particolare, grazie all’alto contenuto in magnesio e potassio, la frutta fresca è anche un alimento alcalinizzante.

I succhi di frutta invece vengono ottenuti dalla spremitura dei frutti. In questa fase si ha la perdita di tutta la fibra, frazione importantissima che nella frutta intera va ad abbassare l’assorbimento degli zuccheri presenti nella stessa e dunque a dare una più bassa risposta glicemica.
I succhi vengono anche sottoposti ad un processo di pastorizzazione e dunque di riscaldamento, processo che va a ridurre considerevolmente la quantità di vitamine e minerali presenti.
A questo punto il succo di frutta non è altro che una miscela di acqua e zuccheri, con pochissimi micronutrienti e senza fibre.

 

succhi2
I succhi di frutta non contengono fibre e sono scarsi in vitamine e minerali

 

E le spremute fatte in casa?
Sicuramente sono migliori rispetto ai succhi industriali in quanto, se bevute subito, mantengono un’elevata quantità di vitamine e minerali, ma anch’esse sono prive in fibra.

L’opzione migliore resta dunque quella di consumare la frutta nel suo intero, in una quantità di circa 3 porzioni al giorno, così come consigliato dalle linee guida italiane.

succhi4.jpg
L’opzione migliore è consumare la frutta nel suo intero

 

Riassumendo, ecco i motivi percui i succhi di frutta non sono un alimento così salutare come si tende a pensare:

  • sono privi di fibre
  • sono carenti in sali minerali
  • sono carenti in vitamine (a meno che non vengano riaggiunte nel processo di produzione)
  • sono poco sazianti, molto meno rispetto alla frutta intera
  • causano un aumento di glicemia molto maggiore rispetto alla frutta intera.

 

 

 

Annunci