La vasocottura è una tecnica attraverso la quale si cuociono, e poi si servono in tavola, gli alimenti direttamente in vasetti di vetro.

All’interno dei vasetti di vetro possono essere cotte tutte le pietanze e si possono preparare antipasti, primi piatti, secondi piatti e persino dolci.

La vasocottura può essere effettuata con il forno a microonde (attenzione al tappo che deve essere in vetro e non in metallo), con il forno tradizionale, aggiungendo nei vasetti un liquido e togliendo la guarnizione al vasetto (che altrimento brucerebbe), a bagnomaria sui fornelli o persino in lavastoviglie sfruttando il calore sprigionato nei cicli di pulizia ed asciugatura.

 

vasocottura1.jpg

 

La vasocottura presenta diversi vantaggi: permette di cuocere gli alimenti ad una temperatura più bassa, conservandone così meglio le varie proprietà benefiche. Il valore nutrizionale del cibo così cucinato risulta maggiore anche in virtù del fatto che, chiudendo tutti gli ingredienti nel barattolo, si avrà una minore dispersione di vitamine e minerali. Allo stesso tempo vengono mantenuti tutti gli aromi ed i profumi, conferendo al nostro piatto un maggiore gusto, il che ci permetterà anche di ridurre la quantità di sale utilizzata.

La cottura in vaso è inoltre molto veloce e permette di preparare con anticipo le pietanze che potranno poi essere conservate in frigo salvo poi riscaldarle per pochi minuti prima di essere servite.

Inoltre dona un tocco di originalità in quanto è possibile servire le pietanze direttamente nei barattoli di vetro.

Vi sono un paio di accorgimenti di cui si deve tenere conto: primo, che gli ingredienti inseriti nei vasetti devono avere tra di loro gli stessi tempi di cottura in quanto i barattoli non possono essere aperti nel corso della preparazione. Nel caso in cui vi sia dunque un ingrediente che richiede più cottura di altri, dovrete precuocerlo a parte ed inserirlo nel barattolo cacolando i giusti tempi. Secondo, questo metodo di cottura non può essere utilizzata per preparare i funghi poichè sprigionerebbero tossine dannose che resterebbero all’interno del barattolo, mentre nella cottura tradizionale si dissolvono nell’aria.

vasocottura2

Annunci