Vi è mai capitato di consumare, a casa vostra, degli alimenti che vi sono sembrati essere poco salubri o leggermente contaminati?

In quanto consumatori, siamo direttamente responsabili di mettere in atto delle buone norme di igiene e di sicurezza ogni giorno, quando prepariamo da mangiare e quando conserviamo gli alimenti.

L’Organizzazione Mondiale per la Sanità (OMS) ha redatto una serie di semplici ma efficaci consigli da metter in pratica nel quotidiano per consumare degli alimenti più sicuri a casa nostra. Ecco riassunti i punti chiave:

cc
Utilizzare attrezzi diversi per prodotti carnei e verdure minimizza il rischio di contaminazione crociata

1) Abituiamoci alla pulizia: laviamoci sempre le mani nonchè le superfici e gli attrezzi prima di cucinare. Anche se questo può sembrare scontato, spesso ce ne dimentichiamo o semplicemente non ne abbiamo voglia. Questo perché sottovalutiamo il rischio.

2) Separiamo gli alimenti crudi da quelli cotti. Questo punto è estremamente importante per evitare il fenomeno della contaminazione crociata. Gli alimenti crudi infatti, potrebbero passare dei batteri potenzialmente patogeni ad altri alimenti. Un esempio pratico si ha con il pollo. Il pollo crudo, se messo a contatto con le verdure, potrebbe passare dei batteri nocivi alle verdure. Il pollo poi verrà cotto ed i batteri uccisi, mentre le verdure consumate crude potrebbero essere la causa, seppur non diretta, di un’intossicazione alimentare.

3) Cuociamo sempre bene gli alimenti. Gli alimenti, in particolare carne, pesce ed uova devono essere ben cotti, in modo da eliminare tutti i possibili batteri patogeni presenti.

4) Mantieniamo gli alimenti alla giusta temperatura. Alcuni alimenti devono essere conservati a temperatura ambiente, altri in frigorifero, altri nel congelatore. Anche all’interno del frigorifero stesso è molto importante posizionare le varie categorie di alimenti sui giusti ripiani. Controllate sempre la temperatura idonea di conservazione.

5) Assicuriamoci di utilizzare sempre acqua potabile. L’acqua del rubinetto di casa va benissimo. Bisogna prestare attenzione invece quando si è in viaggio, in particolare nei Paesi più “esotici” dove l’acqua potrebbe essere contaminata. In questi casi è buona norma utilizzare solo acqua in bottiglie sigillate.

Bibliografia:

http://www.salute.gov.it
– OMS 

Annunci